Molte sono le occasioni. Occorre sfruttarle. Non si deve pensare che il tempo sistemi tutto. Anzi: talvolta cronicizza tensioni, incomprensioni, distanze affettive.

La vita di coppia e di famiglia necessita manutenzioni, ordinarie e straordinarie. Interessanti i suggerimenti di Nicoletta Oreglia, che sponsorizzo.

Si tratta di suggerimenti semplici, diretti, concreti.

Ma c’è anche la preghiera. Nella festa di Cristo Re invitiamo le coppie a partecipare insieme a Messa: e lì ci sarà il piccolo rito, ma di grande significato, del rinnovo delle promesse matrimoniali davanti a Dio e alla comunità. Non una pratica vuota, esteriore ma l’impegno con Dio e davanti a Dio.

Nel frattempo preghiamo per tutte le famiglie, anche quelle in crisi, anche per chi la sta costruendo dentro i condizionamenti positivi e negativi. Preghiamo per chi sta soffrendo per i propri e altrui errori. Preghiamo per chi è segnato dal lutto. Preghiamo per tutte le nostre famiglie, tutte amate dal Signore perché tutti chiamati ad essere segno del suo Amore e della sua infinita Misericordia.

Preghiera significa incontrare il Signore, rendergli grazie per il suo amore ma riconoscere che ne abbiamo bisogno, che ci manca ancora di assomigliare a Lui, a come Lui ama. Chiediamoglielo, per noi e per tutti.

Preghiamo per le nostre famiglie

Benedici Signore i bambini e i ragazzi:

imparando dai genitori crescano con il desiderio dell’amore vero,

quello che tu ci hai insegnato rivelandoci che Dio ci è Padre.

Benedici Signore i giovani e i fidanzati:

l’amore che sperimentano li avvicini a te, Dio Amore

e infonda il coraggio di costruirsi personalità capaci di relazioni solide e fedeli.

Benedici Signore i conviventi:

sentano la nostalgia della pienezza dell’amore

che si appoggia su di te, fonte inesauribile a cui sempre dissetarsi nei tuoi sacramenti.

Benedici Signore le coppie sposate:

con la tua Grazia siano segno del tuo amore irrevocabile e fecondo

anticipo della pienezza della gioia che tu ci prepari.

Benedici Signore le coppie in crisi:

dismettano le reciproche accuse e siano attratte alla tua Parola

e con lo Spirito Santo trovino le energie e la luce per rinnovarsi.

Benedici Signore le coppie che hanno figli:

imparino da te la dedizione e la rischiosa passione dell’educare

ma anche la gioia e la trepidazione del vederli crescere nella libertà.

Benedici Signore le coppie che non hanno figli:

riempile della fecondità che tu sai inventare

per tutti i piccoli e i bisognosi che aspettano cura e affetto.

Benedici Signore le vedove e i vedovi:

possano assaporare nella fede e fin da ora

una comunione che vince la solitudine e la morte.

Benedici Signore chi è stato abbandonato dal coniuge:

con la tua amicizia sperimenti la tua sorprendente fedeltà

e sia profezia del tuo Amore Crocifisso che mai viene meno.

Benedici Signore chi ha fallito il proprio matrimonio:

ritrovi una comunità accogliente

segno della tua Misericordia con chi ricerca la via vera per seguirti.

Benedici Signore i divorziati-risposati:

possano camminare sulla strada della tua Parola

e vivere la tua Grazia risanante che non abbandona nessuno.

Benedici coloro che pur desiderandolo

non hanno trovato la persona con cui sposarsi:

sii tu Sposo e Amico, segno del futuro a cui tutti siamo incamminati.

Tutti invitati al tuo banchetto nuziale,

benedici il nostro impegno di conversione:

rivelati come vera strada per la felicità

prefigurata nell’oggi delle nostre fragili famiglie

sacramento della Pasqua eterna.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •