Ringraziamo tutti coloro che attraverso l’8xmille alla Chiesa Cattolica hanno contribuito a farci avere un po’ di risorse.

La Conferenza Episcopale Italiana ha scelto di dirottare fondi aggiuntivi alle diocesi per sostenere le difficoltà economiche delle famiglie povere e delle parrocchie, private dell’offerta dei fedeli che a lungo non sono potuti venire in Chiesa. Ogni diocesi ha poi deciso i criteri con i quali distribuire le somme ricevute.

La diocesi di Cremona ha finanziato l’emergenza caritativa: la Caritas ha messo a disposizione di ciascuna delle 5 zone pastorali una somma di 10.000 euro alle quali le parrocchie – e noi di Cristo Re lo abbiamo fatto per diverse famiglie – potevano attingere per essere rimborsate per il pagamento delle utenze di alcune famiglie che a causa del Covid non erano riuscite a saldare.

Altri 65.000 euro sono stati distribuiti a persone in difficoltà direttamente dalla Caritas diocesana. E anche attraverso i fondi dell’Associazione Uniti per la Provincia di Cremona in questi mesi di pandemia sono stati distribuiti dalla rete delle parrocchie e dei centri di ascolto delle caritas parrocchiali e della San Vincenzo 12.700 pacchi (ma attenzione: in questo conteggio non entrano quelli che per esempio distribuiamo a Cristo Re attraverso i generi alimentari donati dalla gente in fondo alla Chiesa e quelli arrivati attraverso il Banco alimentare).

Ora in diocesi è appena stata lanciata anche la Borsa Sant’Omobono. Si tratta di un fondo con il quale si sostiene soprattutto chi ha perso lavoro per la pandemia o che comunque necessita di un sostegno (per affitti, utenze, libri scolastici e rette, tirocini lavorativi…). Dall’8Xmille dunque un grande fiume di carità che però ora sollecita anche la partecipazione e responsabilità di tutti.

Ma la nostra diocesi (sempre con i fondi dell’8xmille) ha anche sostenuto direttamente le parrocchie in due modalità. Anzitutto si è deciso di dare contributi a copertura degli interessi passivi sostenuti nell’anno 2019. Alla parrocchia di Cristo Re sono arrivati in questo modo € 1.580 (ricordiamo che abbiamo due mutui aperti: uno per gli impianti sportivi e l’altro per l’impianto fotovoltaico per un totale di circa 170.000 euro).

Inoltre si è scelto di dare un contributo pari alle tasse di Curia (cioè a quanto ogni parrocchia partecipa per le varie spese diocesane) relative al 2018 (le avremmo dovute pagare nel mese di maggio 2020). Per la Parrocchia di Cristo Re significa un contributo di € 3.894,90. Pertanto attraverso i fondi dell’8xmille la nostra parrocchia ha ricevuto 5.474,9 euro. Ancora grazie a chi firma l’apposito modulo per dare l’8xmille alla Chiesa Cattolica.

In fondo alla Chiesa ci sono moduli e buste da ritirare per poter dare questo contributo, anche da parte di chi non è tenuto a fare la dichiarazione dei redditi. Poi la busta con il modulo firmato va consegnata in qualsiasi ufficio postale o CAF o commercialista.  

Sia attraverso la firma dell’8xmille sia attraverso offerte dirette è comunque importante sostenere questi grandi progetti. Grazie a tutti per la generosità.

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •