RICOMINCIARE – RIPARTIRE – RIGENERARE?

 1. Ascolto e condivisione della Parola con la scheda dell’ufficio catechistico nazionale – Atti 11,19-26

Scheda per la riflessione

Don Enrico introduce commentando la scheda che indica quattro punti su cui mettere l’accento:

    • il giorno dell’ascolto per partire dalla Parola condivisa che ci accompagna verso l’ascolto e il prendersi cura dei fratelli nella convinzione di non avere già una risposta fatta
    • sentendoci ascoltati alla luce della Parola nella libertà ci raccontiamo davanti al Padre, ascolto e narrazione nutrono la catechesi.
    • la comunità: diamo slancio alle relazioni
    • davanti al disagio di questo tempo la comunità cristiana viene sfidata a mettere in campo la creatività pastorale perché ripartire come prima non può funzionare ed è necessario affrontare l’inevitabile cambiamento puntando all’essenziale, all’annuncio centrale della fede cristiana da discepoli missionari insieme

Con la riflessione sul brano degli Atti, che racconta la gioia della nascita di una nuova comunità cristiana, si condividono anche le esperienze e pensieri fatti in famiglia e nelle case durante il lungo isolamento che ha generato molte sofferenze e non solo fisiche, ma che ci ha anche portato a prendere con serietà il nostro rapporto con Dio, a passare dall’io al noi, ad apprezzare la quotidianità H24 in famiglia, a volte con la difficoltà a condividere gli spazi, con molto tempo “liberato”, e con una preghiera più frequente.

Tuttavia è anche vero che questo periodo ha messo in discussione il nostro rapporto con Dio che nonostante le nostre preghiere sembra non ascoltarci: come è possibile una vita di fede in mezzo a tutte queste sofferenze?

Non abbiamo una risposta, questo tempo ci è affidato così come è, ci viene chiesto di non indugiare a cercare una ragione di questo male, ma di continuare a rendere ragione di una speranza che non sprechi tutto questo dolore.

2. Prime indicazioni per la ripresa delle attività

Dobbiamo cambiare molte nostre abitudini, avremo disagi, difficoltà e limitazioni a fare tutto, aiutiamoci con uno stile comunitario posirivo-

Sarà necessario avere gruppi piccoli nella catechesi e nelle attività dei gruppi per cui serviranno più risorse.

Verrà riproposto il giorno dell’ascolto della Parola.

Non possiamo fare programmi definiti, conviene muoversi su periodi brevi e andare avanti ad ascoltarsi attenti e pronti a incoraggiare nuovi modi di vita pastorale.

La visita pastorale si terrà dal 16 al 18 ottobre p.v. con il programma rivisto per rispettare le regole del distanziamento.


 

Il ritardo nella pubblicazione del verbale del Consiglio della ripresa di settembre ci aiuti ad nutrire la speranza per una seconda nuova e confidiamo imminente ripresa che sia definitiva.

 

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •