La Pasqua si avvicina sempre più. Prepariamoci meditando la Passione del Signore.

Proponiamo una via Crucis che riprende il Vangelo di Matteo: quello che leggeremo domenica nella liturgia della Domenica delle Palme.

Diamoci il tempo per riflettere sul grande amore con il quale Gesù ci ha amati.

(la via crucis riprende i testi del Vangelo di Matteo tratti dai capitoli 26 e 27)

 

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

Il Padre del Crocifisso, il Figlio, l’Amato, lo Spirito Consolatore, sia con tutti voi.

E con il tuo spirito

Sorelle e fratelli, percorriamo con Gesù le strade della vita. LUI è ancora vivo e operante in mezzo a noi.

Ci disponiamo a seguirlo anche su quella strada faticosa, impegnativa, inquietante che è la via crucis. Nel cuore abbiamo i tanti fratelli che sono in ospedale, in isolamento nelle case, agonizzanti senza avere accanto i familiari.

Via crucis: è la strada che parte dalla decisione di compiere la volontà di amore del Padre e che giunge fino al Calvario.

Via crucis: è la strada che attraversa le incomprensioni umane, culturali, religiose che inquinano i rapporti umani e li rendono conflittuali.

Via crucis: è la strada con la quale il Signore ci affianca nei nostri dolori, nei nostri fallimenti e ci porta con sé, verso il Padre. Anche in questo tempo di epidemia.

Breve silenzio

O Padre, sulle strade della nostra vita, ci affianca Gesù. Non sempre, non subito lo riconosciamo. Porta le stimmate: è il Crocifisso Risorto. Spesso i nostri occhi annebbiati dal dolore sono incapaci di scorgerlo come il Vivente accanto a noi.

O Padre, con la tenerezza dello Spirito Consolatore sgretola i nostri cuori induriti. Con il tepore dello Spirito d’Amore vinci le nostre prolungate solitudini e donaci di sentirlo a noi vicino. Come brezza leggera porti sollievo specialmente a chi soffoca nella paura del futuro e nell’angoscia dei propri tradimenti, soprattutto ai nostri malati e ai loro familiari in angoscia  Per Cristo nostro Signore. Amen

 

 Canto: Ti saluto, o croce santa, che portasti il Redentor,

             gloria, lode, onor ti canta ogni lingua ed ogni cuor.

 

 STAZIONE 1ª     Gesù tradito

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo

perché con la tua santa croce hai redento il mondo

14Allora uno dei Dodici, chiamato Giuda Iscariota, andò dai capi dei sacerdoti 15e disse: «Quanto volete darmi perché io ve lo consegni?». E quelli gli fissarono trenta monete d’argento. 16Da quel momento cercava l’occasione propizia per consegnarlo.

Preghiera

  • Per quando anche noi tradiamo Gesù, con una fede mediocre e distratta:
  • Pietà di noi, Signore!
  • Per quando il denaro e i beni materiali prendono il posto di Dio:
  • Pietà di noi, Signore!
  • Per quando abbandoniamo Dio e scegliamo piccoli e grandi tradimenti nelle tante opportunità della vita che ci sembrano subito appaganti:
  • Pietà di noi, Signore!

Signore Gesù, tu hai scelto Giuda ma lui non ti ha capito. Anche noi siamo stati da te scelti lungo la strada della nostra vita ma troppo ragioniamo secondo la logica del mondo. Aiutaci a non essere giudici implacabili di chi tradisce il Vangelo ma a soccorrerci reciprocamente nella conversione sincera e reale.   Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Amen.

Canto: La croce di Cristo  è nostra salvezza  vita e risurrezione.

 

STAZIONE 2ª     Gesù nell’ultima cena

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo

perché con la tua santa croce hai redento il mondo

26Ora, mentre mangiavano, Gesù prese il pane, recitò la benedizione, lo spezzò e, mentre lo dava ai discepoli, disse: «Prendete, mangiate: questo è il mio corpo». 27Poi prese il calice, rese grazie e lo diede loro, dicendo: «Bevetene tutti, 28perché questo è il mio sangue dell’alleanza, che è versato per molti per il perdono dei peccati. 29Io vi dico che d’ora in poi non berrò di questo frutto della vite fino al giorno in cui lo berrò nuovo con voi, nel regno del Padre mio».

Preghiera

  • Non ce lo meritiamo, ma tu ci hai donato l’eucarestia:
  • Ti rendiamo grazie, Signore!
  • Tu sei il pane disceso dal cielo, pane fragrante spezzato per amore:
  • Ti rendiamo grazie, Signore!
  • Il tuo sangue è versato per il perdono dei nostri peccati:
  • Ti rendiamo grazie, Signore!

Signore Gesù, nel banchetto eucaristico alimenti la nostra gioia di seguirti nelle responsabilità della vita, perché tutti possano sapersi amati da te, perché tutti possano sperimentare il tuo perdono e il tuo affetto, perché tutti possano entrare nella comunione con te, il Crocifisso per amore. Che questo digiuno eucaristico ci consenta di apprezzare di più la nostra messa nella nostra comunità. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Amen.

Canto: Ti saluto, o croce santa, che portasti il Redentor,

             gloria, lode, onor ti canta ogni lingua ed ogni cuor.

 

STAZIONE 3ª    Gesù in preghiera al Getsemani

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo

perché con la tua santa croce hai redento il mondo

36Allora Gesù andò con loro in un podere, chiamato Getsèmani, e disse ai discepoli: «Sedetevi qui, mentre io vado là a pregare». 37E, presi con sé Pietro e i due figli di Zebedeo, cominciò a provare tristezza e angoscia. 38E disse loro: «La mia anima è triste fino alla morte; restate qui e vegliate con me». 39Andò un poco più avanti, cadde faccia a terra e pregava, dicendo: «Padre mio, se è possibile, passi via da me questo calice! Però non come voglio io, ma come vuoi tu!». 40Poi venne dai discepoli e li trovò addormentati. E disse a Pietro: «Così, non siete stati capaci di vegliare con me una sola ora? 41Vegliate e pregate, per non entrare in tentazione. Lo spirito è pronto, ma la carne è debole»…

Preghiera

  • Nelle prove della vita ma anche nei giorni lieti:
  • Signore insegnaci a pregare!
  • Per comprendere la tua volontà di amore, su di noi e sul mondo, anche in questa pandemia:
  • Signore insegnaci a pregare!
  • Per non addormentarci di fronte alle tante persone vittime di soprusi, malattie, violenze e ingiustizie:
  • Signore insegnaci a pregare!

Signore Gesù, le tenebre ci avvolgono. La paura del futuro sembra averla vinta. Discernere la tua volontà appare complicato o impossibile. Donaci lo Spirito Consolatore, ma anche tanti fratelli che ci aiutino a vegliare e a condividere la responsabilità di vivere sempre e comunque nell’amore evangelico. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Amen.

Canto: La croce di Cristo   è nostra salvezza  vita e risurrezione.

 

STAZIONE 4ª    Gesù arrestato

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo

perché con la tua santa croce hai redento il mondo

47Mentre ancora egli parlava, ecco arrivare Giuda, uno dei Dodici, e con lui una grande folla con spade e bastoni, mandata dai capi dei sacerdoti e dagli anziani del popolo. 48Il traditore aveva dato loro un segno, dicendo: «Quello che bacerò, è lui; arrestatelo!». 49Subito si avvicinò a Gesù e disse: «Salve, Rabbì!». E lo baciò. 50E Gesù gli disse: «Amico, per questo sei qui!». Allora si fecero avanti, misero le mani addosso a Gesù e lo arrestarono.

Preghiera

  • A tutte le vittime delle violenze domestiche:
  • Dona la il tuo conforto, Signore!
  • A tutti i perseguitati perché discepoli di Cristo:
  • Dona la il tuo conforto, Signore!
  • A tutti i prigionieri dell’odio scatenato dalle guerre civili, dalle contese etniche e religiose, dal razzismo:
  • Dona la il tuo conforto, Signore!

Signore Gesù, perdonaci per quando anche noi trasformiamo i gesti di affetto e di fede in segnali di tradimento: correggi la nostra prepotenza e converti la tracotanza di chi usa la religione e i suoi simboli per il proprio prestigio e successo. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Amen.

Canto: Santa Madre deh! voi fate  che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.

 

STAZIONE 5ª   Gesù processato

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo

perché con la tua santa croce hai redento il mondo

59I capi dei sacerdoti e tutto il sinedrio cercavano una falsa testimonianza contro Gesù, per metterlo a morte; 60ma non la trovarono, sebbene si fossero presentati molti falsi testimoni. Finalmente se ne presentarono due, 61che affermarono: «Costui ha dichiarato: “Posso distruggere il tempio di Dio e ricostruirlo in tre giorni”». 62Il sommo sacerdote si alzò e gli disse: «Non rispondi nulla? Che cosa testimoniano costoro contro di te?». 63Ma Gesù taceva. Allora il sommo sacerdote gli disse: «Ti scongiuro, per il Dio vivente, di dirci se sei tu il Cristo, il Figlio di Dio». 64«Tu l’hai detto – gli rispose Gesù –…».

Preghiera

  • Per quando prevalgono la menzogna, il pettegolezzo, le false notizie:
  • Aiutaci a cercare sempre la verità!
  • Per i magistrati e per coloro che devono amministrare la giustizia umana:
  • Aiutaci a cercare sempre la verità!
  • Per chi semina discordie e falsità anche all’interno della Chiesa:
  • Aiutaci a cercare sempre la verità!

Signore Gesù, non ci accontentiamo di semplificazioni, di capri espiatori, dei pregiudizi imperanti. Donaci di essere controcorrente, sempre cercatori della verità, fedeli testimoni dell’amore di Dio che abbiamo sperimentato. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Amen.

Canto: Ti saluto, o croce santa, che portasti il Redentor,

             gloria, lode, onor ti canta ogni lingua ed ogni cuor.

 

STAZIONE 6ª    Gesù rinnegato

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo

perché con la tua santa croce hai redento il mondo

69Pietro intanto se ne stava seduto fuori, nel cortile. Una giovane serva gli si avvicinò e disse: «Anche tu eri con Gesù, il Galileo!». 70Ma egli negò davanti a tutti dicendo: «Non capisco che cosa dici». 71Mentre usciva verso l’atrio, lo vide un’altra serva e disse ai presenti: «Costui era con Gesù, il Nazareno». 72Ma egli negò di nuovo, giurando: «Non conosco quell’uomo!». 73Dopo un poco, i presenti si avvicinarono e dissero a Pietro: «È vero, anche tu sei uno di loro: infatti il tuo accento ti tradisce!». 74Allora egli cominciò a imprecare e a giurare: «Non conosco quell’uomo!». E subito un gallo cantò. 75E Pietro si ricordò della parola di Gesù, che aveva detto: «Prima che il gallo canti, tu mi rinnegherai tre volte». E, uscito fuori, pianse amaramente.

 Preghiera

  • Per quando abbiamo vergogna di vivere da cristiani e di testimoniare il Signore:
  • Donaci, Signore, un cammino di conversione e di riscatto!
  • Per quando siamo deboli e fragili e ti abbandoniamo:
  • Donaci, Signore, un cammino di conversione e di riscatto!
  • Per quando siamo sconsolati e per tutti coloro che soffrono la depressione e la tristezza:
  • Donaci, Signore, un cammino di conversione e di riscatto!

Signore Gesù, donaci lo Spirito di fortezza. Non ci rassegniamo alla mediocrità e nemmeno ad una religiosità fatta di paure, risentimenti, rinnegamenti. Sia lo Spirito Santo a risollevarci dalle rovinose cadute e a renderci tuoi audaci testimoni. Sia lo Spirito Santo a spingerci vicino a chi è umiliato, malato, solo. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Amen.

Canto: La croce di Cristo    è nostra salvezza  vita e risurrezione.

 

STAZIONE 7ª   Gesù in silenzio

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo

perché con la tua santa croce hai redento il mondo

11Gesù intanto comparve davanti al governatore, e il governatore lo interrogò dicendo: «Sei tu il re dei Giudei?». Gesù rispose: «Tu lo dici». 12E mentre i capi dei sacerdoti e gli anziani lo accusavano, non rispose nulla. 13Allora Pilato gli disse: «Non senti quante testimonianze portano contro di te?». 14Ma non gli rispose neanche una parola, tanto che il governatore rimase assai stupito.

Preghiera

  • Liberaci dalle parole vuote e inutili e da quelle che istigano alla cattiveria:
  • Signore, aumenta la nostra fede e la nostra carità!
  • Donaci di saper coltivare la nostra vita interiore e di trovare spazi di raccoglimento:
  • Signore, aumenta la nostra fede e la nostra carità!
  • Donaci la mitezza anche quando subiamo gli arroganti e i violenti:
  • Signore, aumenta la nostra fede e la nostra carità!

Signore Gesù, sei trattato come un malfattore, tu che sei il Giusto; sei umiliato come un criminale, tu che sei il Santo; sei accusato come un delinquente, tu che sei rivelazione dell’amore del Padre. Donaci di saper vincere il male con il bene. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Amen.

CANTO  Ti saluto, o croce santa, che portasti il Redentor,

                gloria, lode, onor ti canta ogni lingua ed ogni cuor.

 

STAZIONE 8ª    Gesù spogliato e coronato di spine

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo

perché con la tua santa croce hai redento il mondo

27Allora i soldati del governatore condussero Gesù nel pretorio e gli radunarono attorno tutta la truppa. 28Lo spogliarono, gli fecero indossare un mantello scarlatto, 29intrecciarono una corona di spine, gliela posero sul capo e gli misero una canna nella mano destra. Poi, inginocchiandosi davanti a lui, lo deridevano: «Salve, re dei Giudei!». 30Sputandogli addosso, gli tolsero di mano la canna e lo percuotevano sul capo. 31Dopo averlo deriso, lo spogliarono del mantello e gli rimisero le sue vesti, poi lo condussero via per crocifiggerlo.

Preghiera

  • Per quando i lavoratori sono sfruttati e la terra è depredata:
  • Dio di misericordia, converti i cuori induriti!
  • Per quando i popoli sono spogliati dei loro beni dai Paesi prepotenti e da istituzioni inique:
  • Dio di misericordia, converti i cuori induriti!
  • Per quando le classi dirigenti non si impegnano per il bene dei cittadini ma cercano il proprio tornaconto:
  • Dio di misericordia, converti i cuori induriti!

Signore Gesù, tu sei amore inaudito di fronte al peccato del mondo. Troppe iniquità avvelenano i rapporti tra i popoli. Dona ai cristiani di scegliere politiche di giustizia e di pace e di risollevare le sorti di chi è più povero. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Amen.

Canto: La croce di Cristo    è nostra salvezza   vita e risurrezione.

 

STAZIONE 9ª    Gesù aiutato dal cireneo

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo

perché con la tua santa croce hai redento il mondo

32Mentre uscivano, incontrarono un uomo di Cirene, chiamato Simone, e lo costrinsero a portare la sua croce.

Preghiera

  • Grazie Signore per tutti coloro che si spendono generosamente nel volontariato:
  • Rendici gioiosi nella condivisione e nella solidarietà!
  • Grazie Signore per tutti coloro che si dedicano con passione nei vari ambiti della parrocchia e dell’oratorio:
  • Rendici gioiosi nella condivisione e nella solidarietà!
  • Grazie Signore per tutti coloro che danno il loro tempo per far compagnia e aiutare anziani e malati:
  • Rendici gioiosi nella condivisione e nella solidarietà!

Signore Gesù, rendici persone che in te hanno il loro riferimento. Dona ai nostri giovani di incontrare adulti generosi nell’ascoltarli, autorevoli nel testimoniare la fede, credibili per l’onestà e la rettitudine, assidui nella carità verso tutti. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Amen.

CANTO    Ti saluto, o croce santa, che portasti il Redentor,

                   gloria, lode, onor ti canta ogni lingua ed ogni cuor.

 

STAZIONE 10ª    Gesù è crocifisso

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo

perché con la tua santa croce hai redento il mondo

33Giunti al luogo detto Gòlgota, che significa «Luogo del cranio», 34gli diedero da bere vino mescolato con fiele. Egli lo assaggiò, ma non ne volle bere. 35Dopo averlo crocifisso, si divisero le sue vesti, tirandole a sorte. 36Poi, seduti, gli facevano la guardia. 37Al di sopra del suo capo posero il motivo scritto della sua condanna: «Costui è Gesù, il re dei Giudei». 38Insieme a lui vennero crocifissi due ladroni, uno a destra e uno a sinistra.

Preghiera

  • I coniugi abbandonati e traditi, chi è nel lutto e nel dolore per la morte di una persona cara:
  • Confortali Signore!
  • I genitori con un figlio malato:
  • Confortali Signore!
  • Coloro che sono ridotti a mezzo per accumulare denaro mediante la tratta delle persone:
  • Confortali Signore!
  • I giovani che non sono tutelati nei loro diritti e accompagnati nelle loro responsabilità:
  • Confortali Signore!

Signore Gesù, ti contempliamo Crocifisso, icona dell’amore del Padre. E con te, tante persone sono continuamente crocifisse. Aiutaci a rimettere al centro di ogni politica, economia, istituzione la persona ricreata a tua immagine, soprattutto se debole e indifesa. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Amen.

Canto: La croce di Cristo   è nostra salvezza   vita e risurrezione.

 

STAZIONE 11ª    Gesù è oltraggiato e insultato

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo

perché con la tua santa croce hai redento il mondo

39Quelli che passavano di lì lo insultavano, scuotendo il capo 40e dicendo: «Tu, che distruggi il tempio e in tre giorni lo ricostruisci, salva te stesso, se tu sei Figlio di Dio, e scendi dalla croce!». 41Così anche i capi dei sacerdoti, con gli scribi e gli anziani, facendosi beffe di lui dicevano: 42«Ha salvato altri e non può salvare se stesso! È il re d’Israele; scenda ora dalla croce e crederemo in lui. 43Ha confidato in Dio; lo liberi lui, ora, se gli vuol bene. Ha detto infatti: “Sono Figlio di Dio”!». 44Anche i ladroni crocifissi con lui lo insultavano allo stesso modo.

Preghiera

  • Per i bambini sottoposti a violenze fisiche, psicologiche, sessuali:
  • Ti chiediamo perdono, Signore!
  • Per i poveri oltraggiati, derisi, umiliati:
  • Ti chiediamo perdono, Signore!
  • Per quando siamo insensibili di fronte alle sofferenze degli altri:
  • Ti chiediamo perdono, Signore!

Signore Gesù, ti riconosciamo in ogni piccolo oltraggiato e umiliato. Aiutaci a schierarci sempre a loro difesa. Donaci la fantasia di nuove forme di prossimità e condivisone con i sofferenti. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Amen.

CANTO    Ti saluto, o croce santa, che portasti il Redentor,

                   gloria, lode, onor ti canta ogni lingua ed ogni cuor.

 

STAZIONE 12ª    Gesù muore in croce

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo

perché con la tua santa croce hai redento il mondo

45A mezzogiorno si fece buio su tutta la terra, fino alle tre del pomeriggio. 46Verso le tre, Gesù gridò a gran voce: «Elì, Elì, lemà sabactàni?», che significa: «Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?». 47Udendo questo, alcuni dei presenti dicevano: «Costui chiama Elia». 48E subito uno di loro corse a prendere una spugna, la inzuppò di aceto, la fissò su una canna e gli dava da bere. 49Gli altri dicevano: «Lascia! Vediamo se viene Elia a salvarlo!». 50Ma Gesù di nuovo gridò a gran voce ed emise lo spirito.

Preghiera

  • Per il tuo immenso e gratuito amore:
  • Ti lodiamo e ti benediciamo, Signore Gesù!
  • Perché in ogni eucarestia ci fai partecipi dell’amore che ti lega al Padre mediante lo Spirito:
  • Ti lodiamo e ti benediciamo, Signore Gesù!
  • Perché anche quando siamo crocifissi per i nostri peccati tu ci resti accanto:
  • Ti lodiamo e ti benediciamo, Signore Gesù!

Signore Gesù, alimenta in noi una fede viva e traboccante: la tua misericordia ci renda lieti e generosi mentre accostiamo i nostri fratelli e mentre fasciamo le loro ferite. Donaci di essere seminatori di speranza. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Amen.

Canto: La croce di Cristo   è nostra salvezza    vita e risurrezione.

 

STAZIONE 13ª     Il centurione davanti alla croce

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo

perché con la tua santa croce hai redento il mondo

 54Il centurione, e quelli che con lui facevano la guardia a Gesù, alla vista del terremoto e di quello che succedeva, furono presi da grande timore e dicevano: «Davvero costui era Figlio di Dio!».

Preghiera

  • Aiutaci a riconoscerti presente anche in questo tempo in cui siamo tribolati e tentati:
  • Tu sei con noi, Signore!
  • Rendici tuoi testimoni anche nel modo di vivere i nostri fallimenti e trasforma la disperazione in occasione di incontro con la tua misericordia:
  • Tu sei con noi, Signore!
  • Sostienici nell’aiutare i giovani nel discernimento della loro identità e vocazione:
  • Tu sei con noi, Signore!

Signore Gesù, il centurione ti ha riconosciuto nel mistero del tuo morire da innocente. Maria ti ha tenuto nelle sue braccia mentre eri deposto dalla croce. Dona a noi di credere e di sperare sempre. Conforta i genitori e gli educatori nell’accompagnare i giovani nell’incontrarti e amarti.  Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Amen.

Canto: Santa Madre deh! voi fate     che le piaghe del Signore    siano impresse nel mio cuore.

 

STAZIONE 14ª   Gesù è posto nel sepolcro

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo

perché con la tua santa croce hai redento il mondo

57Venuta la sera, giunse un uomo ricco, di Arimatea, chiamato Giuseppe; anche lui era diventato discepolo di Gesù. 58Questi si presentò a Pilato e chiese il corpo di Gesù. Pilato allora ordinò che gli fosse consegnato. 59Giuseppe prese il corpo, lo avvolse in un lenzuolo pulito 60e lo depose nel suo sepolcro nuovo, che si era fatto scavare nella roccia; rotolata poi una grande pietra all’entrata del sepolcro, se ne andò. 61Lì, sedute di fronte alla tomba, c’erano Maria di Màgdala e l’altra Maria.

Preghiera

  • Signore alimenta la nostra fede nella vita eterna:
  • Signore, accresci la nostra fede!
  • Signore illumina chi ti sta cercando:
  • Signore, accresci la nostra fede!
  • Signore donaci di camminare sempre nella tua Parola:
  • Signore, accresci la nostra fede!

Signore Gesù, tu dai senso alla nostra vita: nulla ci sazia, nulla ci basta se tu non ci sei. Aiutaci ad essere per i ragazzi e per i giovani il segno di chi ha trovato in te il grande tesoro della vita.  Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Amen.

CANTO  Ti saluto, o croce santa, che portasti il Redentor,

                gloria, lode, onor ti canta ogni lingua ed ogni cuor.

CONCLUSIONE

Signore Gesù, anche la nostra vita e quella di tanti fratelli, spesso è una via crucis. Ma noi crediamo nella Pasqua e con Maria custodiamo la tua Parola. Continua a restarci accanto perché solo uniti a te possiamo sperimentare e testimoniare la gioia del saperci nel cuore di Dio. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Amen.

Padre nostro

SUPPLICA DEL VESCOVO ANTONIO ALLA MADONNA DI CARAVAGGIO

Santa Maria del Fonte,
Madre di Gesù, Madre nostra, guardaci, ascoltaci, aiutaci.

Questa terra benedetta da tanti segni del tuo amore soffre terribilmente, uomini e donne riscoprono in un istante la propria vulnerabilità,
si ammalano, scompaiono, muoiono.
Liberaci dal male che ci assedia.

Le nostre famiglie sono smarrite, tremano di paura, tante case piangono i loro morti,
senza aver potuto dare loro un ultimo bacio.
Ci consola sapere che Tu, Mamma del cielo,
hai atteso tutti, hai consolato e baciato ognuno
dei nostri fratelli strappati da questa vita e raccolti nella casa di Dio.

Ora ti chiediamo di farci sentire ancora la tua vicinanza di Madre,
in particolare ti preghiamo per chi lotta contro il male:
i medici e gli infermieri, generosi e instancabili.
Proteggili, guida i loro gesti, rendili forti, sapienti ed efficaci.

Tieni unito il nostro Paese in quest’ora di prova,
lo Spirito Santo illumini i responsabili perché  le loro decisioni
siano coraggiose, puntuali, adeguate alla gravità di questa sfida.
E tutti i cittadini facciano la loro parte,
imparando l’obbedienza dalla famiglia di Nazaret.

Le nostre chiese sono vuote,
e i tuoi ministri e consacrati offrono la loro impotenza come sacrificio d’amore.
Insegnaci a pregare, nelle famiglie e nei cuori,
e aumenta la nostra fede nel Tuo Figlio Gesù, che ha dato la vita per la salvezza del mondo.

Tu che, accogliendo la parola dell’Angelo, hai dato carne al Figlio di Dio,
e l’hai visto nudo e crocifisso sul Calvario, stringici ora al Tuo Cuore

perché non smettiamo di credere che la Pasqua verrà,
e la vita trionferà ancora sulla morte.
Come ogni mamma, ripeti ai tuoi piccoli
che “andrà tutto bene”, e noi ci fidiamo di Te.

Santa Maria del Fonte, Vergine di Caravaggio, prega per noi.

Benedizione

Il Signore sia con voi   E con il tuo spirito

Abbiamo contemplato, o Padre, la passione e la morte del tuo Figlio. Infondi in noi il coraggio della fede e della testimonianza generosa: in Cristo Gesù nostro Signore.   Amen

E ci doni la sua infinita misericordia Dio Onnipotente, Padre e Figlio e Spirito Santo  Amen

Andate in pace   Rendiamo grazie a Dio

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •