Chi può, come può… chiediamo di sostenere anche la nostra parrocchia con un’offerta.

E’ stato davvero bello aver visto tanta generosità verso i nostri ospedali e verso le organizzazioni che si prendono cura di malati e anziani. E’ doveroso sostenere tali opere.

In mezzo a tutte le sofferenze e ai problemi di questi giorni, c’è anche l’assenza delle offerte con le quali la nostra comunità vive e paga i mutui, le utenze, le spese generali, le ristrutturazioni. È dal 23 febbraio che sono state sospese le S. Messe. E ora salta anche la tradizionale offerta pasquale con le buste distribuite nelle case insieme al giornalino La Corona…!

Chi può, come può, anche a nome di chi non può… chiediamo un po’ di solidarietà…

In chiesa ci sono le cassette… se qualcuno passa andando a fare la spesa (dunque osservando le ordinanze governative) e viene a fare una preghiera… può fare l’offerta direttamente in Chiesa.

Oppure si può fare un bonifico:

C/C intestato a Parrocchia Cristo Re presso CASSA PADANA

IBAN: IT25F0834011401000000340029

Ricordiamo che si può utilizzare il Fondo “AMICI PARROCCHIA CRISTO RE” e in tal modo le offerte sono deducibili/detraibili. Puoi fare un versamento a FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA PROVINCIA DI CREMONA – Onlus,  con causale:IN DISPONIBILITA’ FONDO AMICI CRISTO RE” su uno di questi conti:

  • INTESA SANPAOLO IBAN: IT66 B030 6909 6061 0000 0128 526

  • CREDITO PADANO IBAN: IT48 L084 5411 4000 0000 0086 184

In questo caso è bene segnalarcelo per una migliore contabilità.

Nella raccolta per la quaresima di carità, nella cassetta in Chiesa rimasta per tutta la quaresima, abbiamo raccolto euro 720. Vanno per il progetto Carità é lavoro con la quale ci si impegna a sostenere l’inserimento lavorativo per persone in situazione di difficoltà.

cof

Un grazie anche per ciò che abbiamo raccolto per i poveri: sono arrivate offerte per la San Vincenzo, buoni spesa, prodotti alimentari. Un grazie a tutti per la sensibilità. Don Pierluigi con alcuni giovani consegna i pacchi alle famiglie bisognose recapitandoli direttamente nelle case.

Continua la raccolta dei prodotti alimentari per la San Vincenzo per riuscire a provvedere alle famiglie povere della parrocchia: in fondo alla Chiesa ci sono dei cesti in cui si possono mettere prodotti alimentari: in particolare in questo periodo servono formaggio (sotto vuoto), caffè, zucchero, passata di pomodoro.

 

E poi ci sono tutte le altre iniziative di carità che la diocesi propone:

l’elenco è notevole… basta leggere il sito della diocesi

Tra di esse segnaliamo il progetto “Io avrò cura di te”: che consente di ospitare infermieri e medici che sono giunti nel nostro territorio da altre parti dell’Italia e che stanno dando un contributo essenziale nei nostri ospedali.

È possibile sostenere il progetto «Io avrò cura di te» con un versamento su conto corrente postale 68411503 o bancario (Iban IT 57 H 05156 11400 CC054 0005161) intestati a «Fondazione San Facio onlus» e indicando la causale «Io avrò cura di te 2020». Informazioni e donazioni anche presso gli uffici della Caritas diocesana.

A Cremona la possibilità di accoglienza per le donne è presso Casa di Nostra Signora di via Ettore Sacchi (info al 334–1062553, e–mail cns@serviziaccoglienza.it), per gli uomini all’interno della Casa dell’Accoglienza di viale Trento e Trieste (335–354429, donpiercr@gmail.com). Disponibilità è stata garantita anche a Caravaggio, presso il Centro di spiritualità del Santuario (centralino 0363–3571, info@santuariodicaravaggio.org).

Grazie in ogni caso, a tutti. Sentiamoci uniti e solidali.

Buona Pasqua… anche di vita nuova nella carità

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •