Oggi lunedì 20 maggio 2019 inizia la seconda settimana di sospensione dal lavoro a metà stipendio ( lo so magari qualcuno potrebbe anche obiettare che se non lavora sarebbe stato meglio non pagarla per nulla ! ) per la collega professoressa Rosa Maria dell’Aria docente di Italiano con 40 anni di servizio, colpevole secondo i funzionari preposti del MIUR di omissione di sorveglianza ovvero colpevole di non aver opportunamente censurato il lavoro di due suoi studenti.

Per capire meglio vi invito a leggere (basta cliccare sul testo in neretto )

Di seguito riporto poi alcune tra le tante prese di posizione ( non riporto quelle sindacali perché si sa noi sindacalisti difendiamo sempre i “lavativi”) contro una sanzione altamente discutibile in una scuola italiana (o è già stata realizzata a nostra insaputa una “riforma della scuola” ?):

Non entro nel merito del contenuto di un lavoro, destinato alla discussione interna dell’istituto  e realizzato da due ragazzi di seconda superiore, mi limito a notare che quanto riportato è esattamente ciò che è previsto dalla legge italiana e i fatti descritti sono effettivamente accaduti; non a caso si critica “solo”  l’accostamento (per chi volesse vederlo per un approfondimento personale clicchi su questo indirizzo https://www.youtube.com/watch?v=_j5qWkl-gDw)

Vi invito invece a leggere il seguente articolo da La Stampa Domani non posso venire alla partita  Che siano queste le situazioni che hanno fatto nascere nei ragazzi certi “accostamenti” ?

Monica

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •