Quest’anno l’Avvento di fraternità ci porta a rifinanziare la Borsa di Sant’Omobono. Si tratta del Fondo istituito dalla diocesi di Cremona (inizialmente finanziato mediante i soldi dell’ 8xMille attribuiti alla Chiesa Cattolica) per andare incontro alle famiglia in difficoltà soprattutto per la crisi economica innescata dalla pandemia del Covid-19. A coordinare il progetto è la Caritas cremonese che ha istituito nelle 5 zone pastorali della diocesi piccole commissioni che vagliano le situazioni familiari da sostenere: attraverso la rete  delle parrocchie e dei centri di ascolto delle San Vincenzo e Caritas parrocchiali si individuano le situazioni più precarie; dopo un veloce iter per raccoglier dati e fissare una qualche strategia di corresponsabilità delle persone da aiutare e delle comunità di appartenenza, vengono velocemente erogati aiuti preziosi.

La nostra parrocchia ha già avuto alcune famiglie beneficiate da questi interventi: una borsa lavoro, due sostegni all’affitto, buoni spesa alimentari. E’ bello adesso impegnarci per rifinanziare questo progetto perché in prospettiva si teme che con la fine del blocco dei licenziamenti altre famiglie si troveranno in difficoltà.

In Chiesa c’è un’apposita cassetta che resterà fino a Natale per raccogliere fondi destinati alla Borsa di Sant’Omobono.

È possibile contribuire al progetto “Borsa di sant’Omobono”  anche con versamento sui conti correnti
– postale n. 68 411 503
– bancario Iban IT 57 H 05156 11400 CC054 0005161
intestati a Fondazione San Facio Onlus; causale “Borsa di sant’Omobono”.
Oppure presso l’Ufficio Caritas di via Stenico 2/B, a Cremona.

Per informazioni generali sulla “Borsa di Sant’Omobono” è possibile contattare, in orari d’ufficio, Caritas Cremonese allo 0372-23370.

La nostra parrocchia anche in questo periodo ha dato prova di grande generosità: oltre alla raccolta mensile per i poveri della nostra comunità e gestita dalla San Vincenzo abbiamo raccolto 1740 euro per fornire la Cesta Basica ai poveri della parrocchia di Gesù Cristo Risuscitato di Salvador de Bahia, in Brasile.

bty
bty

Appena dopo abbiamo promosso la raccolta di giocattoli per aiutare Santa Lucia a porte tanti doni ai bambini delle famiglie che si trovano in difficoltà economica. In fondo alla Chiesa in breve tempo sono arrivati tantissimi giochi e giocattoli (talvolta anche nuovi, spesso semi nuovi) che opportunamente sanificati sono stati impacchettati dagli adolescenti dell’oratorio e poi la San Vincenzo ha aiutato Santa Lucia a farli avere ai bambini che li aspettavano.

E’ bello pensare a tanti bambini e tante famiglie che si adoperano perché altri bambini e altre famiglie siano nella gioia e nella gratuità: Santa Lucia poi arriva a tutti!

In questi giorni (precisamente il 20 novembre) si è tenuta l’iniziativa “in farmacia con i bambini” organizzata tutti gli anni dalla Fondazione Francesca Rava.

bty

Tramite la Farmacia Zamboni e la Farmacia comunale n. 8 (Cavatigozzi) e ai numerosi benefattori che vi hanno contribuito sono stati raccolti molti medicinali per l’infanzia. Prontamente li abbiamo distribuiti alle famiglie bisognose con bambini e a comunità con bambini che necessitano di questi presidi.

grazie di cuore a tutti coloro che nelle forme più diverse ci stanno aiutando ad essere vicini alle persone in difficoltà: offerte per la borsa sant’Omobono, offerte per la cesta basica, offerte per la San Vincenzo, giocattoli, farmaci, generi alimentari, offerte per chi è rimasto senza lavoro… un grazie di cuore a tutti.

Non è possibile essere felici da soli, ma è possibile essere felici donando a chi è nella fatica, sperimentando che c’è più gioia nel dare che nel ricevere

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •