Domenica 3 marzo

Sono tante le iniziative che si susseguono. Questa non ha nulla di eclatante. E’ solo un piccolo tassello per costruire la nostra comunità, e magari per prevenire o curare una malattia diffusa che intristisce tante persone: la solitudine.

Già nella festa della S. Famiglia avevamo fatto festa INSIEME… con il desiderio che nessuno fosse a casa da solo: un semplice pranzo in comunità perché chi anche quella domenica si sarebbe trovato a tavola da solo, potesse invece passare qualche ora in compagnia, in semplicità. “Ma non conosco nessuno”, “non sono più abituata a stare con gli altri” erano alcune obiezioni. Ma tutti poi ci si è sciolti nella soddisfazione di un bel momento, che sapeva dare concretezza alla gioia natalizia. Solo per passaparola ci siamo trovati più di trenta persone.

Ci mancherebbe! Ci sono già tante occasioni in cui ritrovarsi e far festa: ogni domenica la comunità si riunisce… ma spesso si è a messa insieme ma non ci si conosce. Magari ci si limita a un “Buongiorno”, “Buonasera”, nel migliore dei casi. Spesso senza sapere il nome di quella persone che è trent’anni che vedi a messa. Ci sono anche occasioni per fermarsi a pranzo… es. la festa di Cristo Re, la festa degli anziani, l'”Aggiungi un posto a tavola”… ma tante persone “sole” rischiano sempre di rimanere fuori. Da qui la voglia di riprovare INSIEME.

“INSIEME” è semplicemente il desiderio di fornire qualche ulteriore occasione alle persone sole (per i motivi più diversi: single, vedovi e vedove, separati e separate…) di non passare tutti i pranzi da soli.

E così anche per la domenica di carnevale, domenica 3 marzo 2019, ci si ritrova INSIEME.

Alle 11.15 la S. Messa e poi il pranzo INSIEME. Del resto lo sappiamo che la vita è fata di piccole cose, di gesti semplici, di passi alla nostra portata. Ma INSIEME è più bello.

 

Nelle foto qui sotto l’ultima festa degli anziani

dav
cof
cof
cof
cof
  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •