Sono riprese le attività del Centro Anziani. Lunedì 1° ottobre, dopo la pausa estiva che ha visto una completa ristrutturazione del Centro Anziani, sono stati benedetti i nuovi locali che già da qualche anno si trovano in Pazza Cazzani, in quella che era la Casa Parrocchiale e che ora chiamiamo “Casa don Aldo”.

Se la scorsa estate era stato ristrutturato il Primo piano per ricavarne un idoneo appartamento per ospitare persone bisognose (di fatto attualmente sono 3 ragazzi africani arrivati con i barconi e ora impegnati nella scuola o in prime esperienze lavorative) quest’anno si sono rimessi a nuovo gli spazi utilizzati dal Centro Anziani.

Sono stati rinnovati gli impianti idro-sanitari, il riscaldamento, l’impianto elettrico, sostituiti gli infissi, rifatto il pavimento… Insomma una risistemazione complessiva per rendere più accoglienti gli spazi animati da Lilli Marelli, da diversi anni animatrice del Centro Anziani.

Un ringraziamento a tutti i benefattori che hanno reso possibile quest’opera e all’infaticabile architetto Roberto Guereschi.

Il Centro Anziani è aperto il pomeriggio dalle 15.30 alle 18, dal lunedì al venerdì, per stare insieme giocando a carte oppure a tombola oppure per due chiacchiere attorno a un caffè. Il martedì pomeriggio alle 15.30 sii fine la catechesi biblica (sulle letture della domenica successiva). Due mattine alla settimana negli stessi locali si tiene il corso di taglio-cucito.

Il Centro Anziani promuove anche altre attività, come per esempio il pellegrinaggi a Caravaggio e Rivolta d’Adda previsto per il 3 ottobre. In questo modo il Centro anziani non è solo un locale dove si gioca a briscola, ma è anzitutto un luogo dove si intessono relazioni, dove si sconfigge la solitudine, dove ci si distrae dai propri malanni  ritrovando la gioia dello stare insieme.

dav
dav
dav
dav
cof
dav
dav

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •