Il Consiglio Pastorale Parrocchiale sarà rinnovato con le elezioni domenica 13 maggio 2018 a margine delle celebrazioni eucaristiche (compresa la vespertina di sabato 12 maggio).

Il Consiglio pastorale parrocchiale è espressione della comunità parrocchiale che riconoscente per il dono del Vangelo si impegna a viverlo e a trasmetterlo a tutti nelle modalità disparate della vita personale, familiare, comunitaria.

Vuole essere espressione della fraternità che ci unisce nel Signore, in quanto tutti siamo discepoli in cammino, chiamati a vivere la fede nel Risorto nel proprio modo originale e personale, ma pure chiamati a edificare insieme la Chiesa.

Il Consiglio Pastorale è strumento per vivere la collaborazione – corresponsabilità – comunione che è grazia e compito che ci vede tutti interessati e impegnati nei diversi fronti della nostra testimonianza.

È anche strumento per la riflessione e il discernimento, che è responsabilità condivisa di preti e laici

  • per cogliere e rileggere la situazione della comunità e delle famiglie alla luce del Vangelo, e dunque con particolare attenzione a chi più fatica ed è lontano
  • tradurre gli obiettivi pastorali che la Chiesa diocesana ci propone,
  • individuare gli strumenti e le modalità per realizzarli,
  • verificare il cammino che si sta svolgendo.

Saranno elette 20 persone e 6 saranno nominate dal parroco per equilibrare la rappresentanza (in ordine a genere, età, competenze e aggregazioni laicali).

Come consuetudine il Consiglio Pastorale uscente ha chiesto che anche nel nuovo Consiglio ci sia almeno un rappresentante di Azione Cattolica, Scout, San Vincenzo, Polisportiva Corona (se eventualmente non eletti saranno nominati dal parroco).

Membri di diritto i sacerdoti della parrocchia, il diacono e il presidente parrocchiale dell’Azione Cattolica.

Per erigere la scheda per le votazioni si terrà presente di avere una rappresentanza di tutte le realtà della parrocchia: sono eleggibili le persone che hanno compiuto 18 anni, sono ammesse auto-candidature ma ancor meglio se qualcuno della parrocchia candida altre persone che possano contribuire con la loro fede ed esperienza ai compiti del Consiglio Pastorale.

Le candidature vanno presentate al parroco (entro domenica 29 aprile 2018) che si premurerà di appurare la disponibilità delle persone.

Per essere eletti non servono particolari requisiti se non quello di essere parrocchiani che vivono la propria fede e partecipano all’eucarestia domenicale. Certamente ci sarà chi esercita un qualche servizio (es. catechista, ministro straordinario dell’eucaristia, collaboratore dell’oratorio, membro della San Vincenzo, del Gruppo Missionario, ecc.) ma ognuno con la propria fede e a partire dalla propria vita famigliare, lavorativa, sociale, parrocchiale può contribuire per i compiti propri del Consiglio Pastorale.

Chiediamo a tutti di pregare per il nuovo Consiglio Pastorale.

Chiediamo di rendersi disponibili a questa esperienza di Chiesa per dare ad essa un volto più gioioso e missionario.

A chi sarà eletto si chiede l’impegno ad essere presenti alle riunioni (3-4 all’anno) e ad alcuni momenti salienti della comunità.

A chi sarà eletto si chiede di condividere una passione ecclesiale che porta a camminare insieme, a osare vie nuove per il Vangelo compromettendosi in questa ricerca.

Il nuovo Consiglio Pastorale Parrocchiale sarà presentato alla parrocchia nella S. Messa delle 11.15 di domenica 27 maggio, festa della SS. Trinità.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •